Notiziole

Alcune gustose notiziole di oggi:

GLI SPRECONI DI PALAZZO CHIGI

“Berlusconi dice alle regioni che “non si può andare avanti a buttar via i soldi dei cittadini”, ma la presidenza del Consiglio nel 2009 ha allegramente sforato il budget di un miliardo e mezzo di euro

Non solo la neo-ministra Michela Vittoria Brambilla. Anche Brunetta, Carfagna, Bertolaso, Letta e Giovanardi spendono molto più del previsto. Il dicastero delle Pari opportunità è andato fuori bilancio del 392%, quello della Funzione pubblica addirittura del 690%.”

G20, accordo senza vincoli “Ma dimezzeremo deficit nel 2013”

“Il bilancio degli scontri. La polizia canadese ha effettuato quasi 580 arresti dopo le proteste violente.”

580 arresti. Cinquecentoottanta, cioè la popolazione di un paesino come Vigarano Mainarda…

Vedi il mio post di oggi su questo argomento per i dettagli che la stampa italiana NON ha fornito.

Si dimette la commissione Adriaenssens – Il professore: “Noi siamo serviti da esca”

“La Commissione si riunisce oggi per verificare l’impatto sulla propria missione delle investigazioni condotte dalla magistratura e, in particolare, delle perquisizioni all’arcivescovado di Mechelen 1, che ha portato al sequestro di 475 dossier su denunce di abusi sessuali commessi da preti. “Noi siamo serviti da esca”, denuncia Peter Adriaenssens dicendosi profondamente deluso.

Lo psichiatra ritiene che le perquisizioni siano state la dimostrazione della mancanza di fiducia delle autorità giudiziarie nel lavoro della sua commissione. “Non potevano che agire in questo modo solo a fronte della convinzione che noi volessimo nascondere le cose, truffarli in un qualche modo”, dichiara Adriaenssens, interpellato dai quotidiani. “Quando invece io mi sono fatto come punto d’onore quello di lavorare in piena trasparenza”. Critiche alle perquisizioni della polizia sono arrivate dal Vaticano 2, dallo stesso Papa Benedetto XVI 3, e dal segretario di Stato vaticano, cardinal Tarcisio Bertone 4.”

Ma, onestamente, dopo averlo (letteralmente) preso nel didietro da un prete, VOI da chi preferireste che fosse condotta l’indagine sugli abusi che avete subito? Da Santa Romana Chiesa (che rispetto a voi è uno Stato STRANIERO a regime monarchico assolutista) o dalla Magistratura della VOSTRA Repubblica Democratica?

Quand’è che in Italia si comincerà a fare altrettanto? Quand’è che si comincerà a far valere il principio che dei REATI contro il codice penale italiano si risponde davanti alla magistratura italiana e NON di fronte a questa o quella “commissione” privata?

Strage di Viareggio – Matteoli non va alle celebrazioni

“Il ministro delle infrastrutture Altero Matteoli non parteciperà domani alle cerimonie commemorative della strage di Viareggio del 29 giugno 2009 in cui sono morte 32 persone. Matteoli ha preso questa decisione dopo aver saputo che i Comitati dei familiari delle vittime avevano definito la sua presenza e quella eventuale dei rappresentanti delle Ferrovie “sgradita”. Il ministro ha scritto al sindaco Luca Lunardini. “

Come ricorderete, i rappresentanti del governo NON vanno più a L’Aquila, da tempo rischiano le uova in faccia quando si presentano a Bologna il 2 Agosto (Strage alla Stazione) od il 27 Giugno (Strage di Ustica). Ormai vanno solo ai party del premier. Che CAZZO ce ne facciamo di gente del genere?

Il Gup accusa Tronchetti Provera – “Teste totalmente inattendibile”

“Il giudice Pasaniti, nelle motivazioni della sentenza, attacca l’ex presidente: “Le sue dichiarazioni smentite dagli altri testimoni e dalla logica: Tavaroli agiva per il suo interesse”. E osserva: “Negava di conoscere persino il cognome della cognata””

Che dire? Sublime… Questo signore qui, lo ricorderete, è lo stesso che è indagato per aver raccolto illecitamente informazioni su mezzo paese a scopo di ricatto. Altro che “intercettazioni abusive” dei magistrati italiani, di quelle che preoccupano il suo amico Berlusconi!

Ed infine:

La necessità di un colpo d’ala

“Parlare di crisi finale di Berlusconi e del berlusconismo è senz’altro azzardato. Niente lascia credere, infatti, che se tra sei mesi ci fossero le elezioni politiche il Cavaliere non riuscirebbe per l’ennesima volta a riportare la vittoria. In un modo quale che sia, ricorrendo alle offerte elettorali più irreali, radunando le forze più diverse, gli uomini (e le donne) più improbabili, ma chi può dire che non ci riuscirebbe?

Se però il futuro appare incerto, il presente invece non lo è per nulla. Dopo due anni alla testa di un’enorme maggioranza parlamentare il governo Berlusconi può vantare, al di là della gestione positiva della crisi economica, un elenco di risultati che dire insoddisfacente è dire poco.”

Suvvia, noi tutti sappiamo benissimo che Berlusconi non rischia nulla. Ci pensa la nostra inesistente opposizione a salvarlo da qualunque pericolo.

Alessandro Bottoni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: