Immoralità virtuale, pena reale

“Un uomo di 47 anni dovrà scontare due anni e due mesi di reclusione per pornografia virtuale. La condanna, la prima di questo genere in Italia, è stata decisa dal tribunale di Milano in base a una legge introdotta nel 2006. Nel suo pc l’uomo aveva materiale pedopornografico, ma di carattere virtuale, ossia immagini e … Continua a leggere