Effetto Streisand

OpenLeaks

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera:

“L’effetto Streisand è un fenomeno di internet in cui un tentativo di censurare o rimuovere una informazione provoca al contrario l’ampia pubblicizzazione dell’informazione stessa.

Il nome si riferisce a un caso del 2003 nel quale Barbra Streisand citò in giudizio il fotografo Kenneth Adelman e il sito Pictopia.com, nel tentativo di limitare la diffusione di una fotografia aerea della sua villa.

Tra gli esempi di questi tentativi vi sono la censura di una fotografia, un numero, un archivio informatico o un sito web (per esempio con una diffida). Invece di essere soppressa, l’informazione riceve un’estesa pubblicità, venendo spesso copiata in lungo e in largo su Internet o distribuita nelle reti di condivisione dei file.”

Tra i casi più clamorosi di Effetto Streisand c’è anche la tentata soppressione di Wikileaks da parte della Coalizione Mondiale dei Malviventi, messa in atto nei mesi scorsi per impedire che la verità sulle porcate di vari governi mondiali (tra cui il nostro) producesse il giusto e doveroso risveglio delle coscienze.

Basti ricordare che i mirror di Wikileaks sono passati da poco più di un centinaio a diverse migliaia nel giro di pochi giorni proprio in coincidenza di questa azione repressiva. A questi si aggiungono ovviamente migliaia di copie dei documenti che sono state rese reperibili attraverso le reti P2P ed altri canali. Vedi:

http://wikileaks.info/

http://wikileaks.ch/Mirrors.html

Ma non basta: l’incubo che perseguita i delinquenti che hanno qualcosa da nascondere si fa sempre più cupo. Da oggi, infatti, è operativo anche OpenLeaks:

http://openleaks.org/

OpenLeaks funziona in modo molto diverso da Wikileaks e sarà molto più difficile da reprimere.

Quando finalmente le foto ed i filmati del bunga-bunga saranno consegnati alla cancelleria del Tribunale per essere resi disponibili alla parti, come prevede la legge, dove potrà andarsi a nascondere il satrapo?

Alessandro Bottoni

Comments
2 Responses to “Effetto Streisand”
  1. Marco Bruni scrive:

    Vedo che ultimamente hai più tempo di postare. Vorrei chiederti un consiglio cosa pensi del mio blog?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: