L’Energia Libera di Nikola Tesla

Da almeno 50 anni sopravvive il mito della cosiddetta “Energia Libera” di Tesla. Questo mito prevede che esista una forma di energia, diversa da quelle conosciute, che potrebbe alimentare a costo zero tutto il nostro pianeta. La stessa leggenda prevede anche che questa forma di energia sia stata sempre ostacolata dai grandi produttori di petrolio e dai governi che essi sostengono. Potete farvi una idea della situazione leggendo questi articoli:

Nikola Tesla: l’Energia che nega le leggi della fisica

Nikola Tesla

Nikola Tesla

Questa leggenda non avrebbe potuto nascere se alla sua origine non ci fosse stato un uomo della grandezza di Nikola Tesla.

Tesla è stato soprattutto un brillante ingegnere elettrico e si è applicato principalmente allo studio di metodi e strumenti adatti per la produzione industriale di energia elettrica e per la sua trasmissione su lunghe distanze. Il suo lavoro è consistito soprattutto in disegni “tirati” a china su carta ed in interminabili tabelle di calcoli. Un lavoro grigio e negletto che pochi possono apprezzare appieno.

Ma Nikola Tesla è stato anche uomo di rara grandezza intellettuale e di grande fascino. Era alto circa due metri e quindi sovrastava anche fisicamente la stragrande maggioranza dei suoi contemporanei. Da quell’altezza, era solito dispensare discorsi visionari sul futuro dell’uomo e della tecnologia. Tesla era anche molto magro, segno esteriore di una fragilità che probabilmente era anche interiore. Per tutta la vita è rimasto solo. Non si è mai sposato e non gli sono state attribuite avventure con nessuna signora del suo tempo. I suoi unici compagni, negli ultimi anni della sua vita, sono stati i piccioni. Tesla nutriva un interesse ed un affetto quasi surreali per questi animali.

Ogni cosa che aveva a che fare con Tesla era in qualche modo leggendario perchè Tesla stesso era una leggenda.

Alle origini del mito

Ad un certo punto della sua vita, Nikola Tesla si lasciò andare ad una serie di affermazioni entusiastiche che riguardavano un nuovo tipo di energia che riteneva di avere scoperto. Secondo Tesla, questa energia aveva le seguenti caratteristiche.

  1. Era illimitata

  2. Poteva essere “estratta” dall’ambiente a costo zero

  3. Poteva essere trasmessa ovunque, anche senza cavi

  4. Poteva essere “ricevuta” con una semplice antenna

  5. Poteva essere usata, ad esempio, per muovere una astronave

Come potete facilmente immaginare, queste affermazioni suscitarono un notevole interesse nell’opinione pubblica del suo tempo.

D’altra parte, era Nikola Tesla a parlare, cioè la stessa persona che aveva inventato la Radio (senza peraltro capirne l’importanza), lo stesso uomo che aveva condotto una guerra vittoriosa contro l’altro grandissimo inventore ed industriale del suo tempo, Thomas Edison, imponendo al mondo l’uso della corrente elettrica alternata. Era lo stesso inventore che aveva stupito il mondo con i suoi fulmini artificiali e che deteneva oltre 700 brevetti di fondamentale importanza nel settore della produzione dell’energia elettrica. Era uno scienziato di fama mondiale a cui diverse università avevano attribuito delle lauree Honoris Causa. Quando Tesla parlava di energia, parlava di qualcosa che conosceva meglio di quasi tutti i suoi contemporanei e non c’era motivo di pensare che potesse essere in errore.

Con questi presupposti, attorno alle sue parole si formarono rapidamente delle aspettative di portata inimmaginabile. Per molti suoi contemporanei, per alcuni anni, fu normale pensare che entro poco tempo l’energia sarebbe diventata una risorsa onnipresente e priva di costi, come l’aria. Questa era considerata un’aspettativa del tutto ragionevole, basata sulla parola di un uomo che aveva già stupito il mondo in molte occasioni.

Questa è stata l’origine della leggenda dell’Energia Libera di Tesla.

La realtà

Per capire cosa sia veramente successo, bisogna ricordare quali erano stati gli interessi e gli argomenti di studio di Tesla per praticamente tutta la sua vita.

Tesla ha cominciato a giocare con piccole turbine in legno sin dall’infanzia. In seguito, come ingegnere, si è specializzato nell’uso di turbine di grandi dimensioni per la produzione di energia elettrica su scala industriale. Lavorando su questo tema, Tesla si è reso conto quasi subito che era molto meglio produrre ed utilizzare energia a corrente alternata, usando appunto degli alternatori, piuttosto che energia a corrente continua, prodotta con le meno efficienti e più cagionevoli dinamo. L’interesse di Tesla per la corrente alternata dipendeva infatti dalla maggiore robustezza, semplicità ed efficienza degli alternatori. Non dipendeva da questioni fisiche o quasi “filosofiche”, come spesso si crede.

La dimestichezza di Tesla con turbine, rotori ed alternatori lo ha messo in contatto con diverse forme di energia naturale che possono essere sfruttate usando questi strumenti: il vento, le cascate e le maree. Come ho già detto, Tesla ha giocato sin da fanciullo con piccole turbine immerse in corsi d’acqua. Da grande, ha progettato e costruito alcune delle prime e delle più grandi centrali idroelettriche del mondo (come quella sulle Cascate del Niagara). Ha studiato a lungo i generatori eolici e si è interessato di molte altre forme di energia.

Dall’uso della corrente alternata discende anche la possibilità di trasmettere un segnale ed una energia attraverso il cosiddetto “etere”. Tesla, infatti, si è accorto quasi subito che era possibile trasmettere energa attraverso lo spazio vuoto usando due bobine sintonizzate sulla stessa frequenza (vedi WET). Questa tecnologia ha condizionato molto la visione che Tesla aveva dell’energia elettrica e delle sue utilizzazioni ed ha impegnato la sua mente per anni. Tuttavia, per ragioni che Tesla non poteva immaginare, questa tecnologia è rimasta quasi completamente inutilizzata fino ai nostri giorni.

Ora, se teniamo presente questi che sono stati gli interessi di Tesla per tutta la sua vita, dovrebbe essere abbastanza chiaro che cosa realmente intendeva il grande inventore Serbo (o Croato?) nei suoi discorsi.

Un uomo di parola

Se pensate che Nikola Tesla non sia riuscito a darci la sua famosa Energia Libera, vi state sbagliando. Tesla ha tenuto puntualmente fede alle sue promesse e ci ha dato davvero una forma di energia libera, illimitata, facilmente trasportabile (anche senza cavi) e che può essere estratta dall’ambiente a costo (quasi) zero.

Gli alternatori che Nikola Tesla ha inventato e perfezionato nel corso di tutta la sua vita si trovano all’interno di tutte le centrali idroelettriche del mondo. Si trovano all’interno dei generatori eolici, moderni eredi dei romantici mulini a vento. I generatori di Tesla si trovano all’interno dei generatori marini che sfruttano il moto delle maree. Questi stessi generatori si trovano all’interno delle automobili elettriche, dove funzionano anche da motori (sono macchine elettriche reversibili).

Non solo: i dispositivi attualmente utilizzati per trasmettere energia elettrica a distanza, sfruttando due bobine sintonizzate sulla stessa frequenza, sono il frutto del lavoro di Tesla (vedi “Wireless Energy Transfer”).

Osservate un generatore eolico e ripensate alle parole con cui Tesla ha descritto la sua “Energia Libera”:

  1. Illimitata. Ed infatti l’energia che proviene dai fenomeni naturali, come il vento e le maree è sostanzialmente illimitata (perchè deriva, indirettamente, dall’energia che la Terra riceve dal Sole).

  2. A costo zero. Ed infatti, una volta costruito ed installato, un generatore eolico funziona a costo quasi nullo. Ha bisogno solo di un po’ di manutenzione. Questo vale anche per i generatori delle centrali idroelettriche e per i generatori che sfruttano le maree.

  3. Tasmissibile ovunque, anche senza cavi. Ed infatti, trattandosi di energia elettrica, può essere trasferita ovunque con una semplice coppia di cavi. Noi non usiamo le bobine di Tesla per la trasmissione su larga scala dell’energia elettrica per ragioni di efficienza e sicurezza, ma questo Tesla non poteva immaginarlo.

  4. “Ricevibile” con una semplice antenna. Vedi sopra.

  5. Utilizzabile, ad esempio, per muovere una astronave. Vedi sopra.

Questo bizzarro e fragile genio ha tenuto fede anche all’ultima delle sue spettacolari promesse. La sua “energia libera”, infatti, pervade il nostro Mondo già da diverso tempo ed è destinata a diventare la forma di energia dominante nel XXI secolo. Peccato solo che noi la conosciamo con il nome di “energia eolica”, “energia idroelettrica” o “energia dalle maree”.

Alessandro Bottoni

Advertisements
Comments
43 Responses to “L’Energia Libera di Nikola Tesla”
  1. Frank scrive:

    VEdo che di Tesla non hai capito nulla, batsa leggere la fine del tuo articolo, infatti te scrivi:
    PUNTO 3: Tasmissibile ovunque, anche senza cavi: Ed infatti, trattandosi di energia elettrica, può essere trasferita ovunque con una semplice coppia di cavi.

    SENZA CAVI MA CON DUE CAVI? DISLESSIA…MA POI:

    Noi non usiamo le bobine di Tesla per la trasmissione su larga scala dell’energia elettrica per ragioni di efficienza e sicurezza, ma questo Tesla non poteva immaginarlo.

    NO, infatti TESLA ci capiva solo di elettricità, ma di sicurezza proprio nulla, vero?

    continua a fare il giornalista e non spararle grosse che le gente poi ci crede pure.

    Per favore internet è un mondo libero quindi vorrei se lasci l’articolo che hai scirtto, lasci anche la mia risposta.

    Grazie
    Frank

  2. Alessandro scrive:

    Scusa ma concordo con Frank su quel che hai capito di Tesla, molta confusione . Gia cominci un articolo con un bel “Questa leggenda non avrebbe potuto nascere ” e gia spezzi la lettura (non sarebbe potuta nascere).
    La storia dei
    “La sua “energia libera”, infatti, pervade il nostro Mondo già da diverso tempo ed è destinata a diventare la forma di energia dominante nel XXI secolo”
    non so in che XXI secolo vivi te ma io di energia libera non ne vedo … se poi per te è gratis è un’altro discorso ma per far funzionare un PC sono piu che sicuro che hai bisogno di chiamare un’azienda che te la porta in casa la corrente ( e devi anche pagare) e qui vedi che non è piu libera .
    la libertà per tesla era poter prelevare l’energia che esiste in natura prodotta da nostro stesso pianeta … è si a distanza di piu di 100 anni c’è ancora chi non riesce a crederci o che ragiona come un uomo medio dell’800 questo gentile signore ne è un esempio e cito :

    “” 1) L’etere e’ dimostrato scientificamente che NON esiste!

    2) alcuni dicono che il caro Nicolò Tesla, avesse ideato un ciclo di lavoro aperto che permetteva di ottenere piu’ energia di quella che si spendeva, inventando di fatto il moto perpetuo!!!
    3) Nicolo’ tesla era solo uno scienziato che non cercava fama o denaro, inquanto pur avendo fatto un sacco di scoperte e intuizioni geniali, non ne avesse brevettata neanche 1!
    4) Sono convinto che lo stesso nicolo’ testa ti avrebbe detto, da uomo di scienza, che chi ti viene a raccontare che ha scoperto l’energia infinita, è un ciarlatano e truffatore!!!!! “”

    Vedi i risultati in certi personaggi ?!!
    —————————————
    …scusa parli di energia senza fili e poi ci sono i fili ,parli di etere e poi parli di eolico ed idroelettrico .. dai cerca di fare meno confusione è meglio per tutti .
    Ciao

    • Pietro scrive:

      Rispondo ad Alessandro che mostra solo presunzione e nessuna conoscenza di autentica Fisica!!!

      Sarebbe lungo spiegarti con matrici di equazioni che l’energia in eccesso ormai e’ un dato di fatto e che illustri scienziati e fisici lo stanno sempre piu’ constatando. Leggi il libro del fisico dell amateria Roberto Germano : Fusione Fredda oppure leggi il rapporto 41 del CNR dei ricercatori ma non credo tu abbia la cultura e la verva per analizzare equazioni e fenomeni fisici di meccanica quantistica pertanto ti consiglio il video http://www.youtube.com/watch?v=35T-gAvaKn4&feature=related

      La Fisica attuale non ha ancora spiegato nulla dei grandi misteri come la materia e l’energia oscura o alcune anomalie termodinamiche in MagnetoIdroDinamica….

      E prima di parlare di fenomeni che non conosci di OverUnity informati e studia!!!!

      un ricercatore in fisica delle particelle.

  3. antonio tosoni scrive:

    per farla finita con i dubbi, di qualsiasi genere è sufficiente prendere un libro (diverso da “biancaneve e i sette nani”),ad esempio “Oliviero Ravelli” Elettrotecnica, ritagliarsi 5 ore di tempo, e iniziare a leggere come si genera una f.e.m. (forza elettromotrice indotta). Se una volta finito di leggere siete ancora convinti che il motore Perendev possa funzionare alora vi consiglio di ritagliarvi altre 10 ore di tempo e rileggere…. ovviamente condizione necessaria ma non sufficiente per capire è essere in grado di leggere (per questo basta aver finito la quinta elementare, e avere la possibilità di investire 2 euro per comprare una calcolatrice, che vi aiuta a fare le moltiplicazioni e le divisioni).
    Non facciamo confusione, con una calamita chiunque, fin dall’asilo è in grado di far girare un rotore. Provate, è semplicissimo. se ci riuscite avrete creato un MOTORE. Poi applicate il movimeto rotatorio di questo rotore, lo immergete in flussi magnetici opportunamente orientati e come risultato otterrete energia. Se in una dinamo otterrete corrente continua, se in un alternatore corrente alternata.
    Per farvi capire un pochino che nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma provate il seguente esperimento. Prendete una bici e andate a fare un giro, poi con la stessa bici fate un’altro giro ma con la lampadina accesa (collegate la dinamo)…. secondo me farete più “fatica”=”lavoro”=”circa energia”,…. poi provate ad immaginare che quella dinamo sia 1000 volte più grossa (ovvero in grado di accendere 1000 lampadine)…. immaginato???, bene , adesso prendete la bici con installato quella dinamo e andate a fare un giro…. p.s. quando tornate, fatemelo sapere
    Antonio Tosoni

    • Eon scrive:

      1) non è un esempio esauriente.
      2)sei proprio sicuro che serva calcolare l’attrito? piuttosto , eliminalo il più possibile.
      3)se a uno piace quello che fa non mette la frustrazione nelle parole,quindi, se non ti piace informare le persone dei loro errori perchè lo fai?non metto in dubbio le tue conoscenze , ma i tuoi tentativi di metterle in pratica.

  4. Diego scrive:

    Non sono d’accordo con questo articolo, se si vuole parlare di energie rinnovabili come l’eolico ben venga ma infilarci in mezzo l’energia libera di Tesla è a mio parere una forzatura eccessiva. Nikola Tesla è stato uno dei più grandi geni di tutta la storia e se ha fatto delle affermazioni in tal senso non le ha fatte certamente con leggerezza e approssimazione ma con cognizione di causa.

  5. Ohi, speravo di non doverlo spiegare ma…

    Questo articolo è nato come omaggio a Tesla. Come avrete notato, c’è un’intera generazione di giornalisti (pseudo)scientifici che dà la caccia alla misteriosa “energia libera” di Tesla. Questi “cacciatori di tesori scientifici” probabilmente non si sono resi conto del fatto che Tesla ci ha COMUNQUE regalato gran parte della tecnologia del XX secolo e ci ha indicato la strada anche per gran parte della tecnologia del XXI (tra cui l’energia eolica e altre forme di energia rinnovabile).

    Questa è la sua vera, grande e CONCRETA eredità, al di là di quello che Tesla sicuramente pensava di poter far estraendo energia da altre fonti (campo elettromagnetico terrestre e cose simili). Insomma, Tesla ci ha dato davvero la sua “energia libera”, anche se non era quella che nè lui nè i nostri “cacciatori di tesori scientifici” pensavano di trovare.

    Spero che questo metta fine ai commenti scandalizzati dei puristi.

  6. Petar scrive:

    A me l’articolo non è dispiaciuto, sciocco chi legge uno spaccato di giornale (anche se sul web) come fosse un libro di fisica.
    Sono d’accordo che Tesla ci abbia lasciato una grandissima eredità e come tutti i geni in certe cose aveva ragione e in altre torto (per lui neanche la meccanica quantistica funzionava, non solo la relatività), inutile impuntarsi su dettagli.

  7. R3s3t scrive:

    Per chi dice “leggiti un pò di fisica e poi parlane” voglio porre un semplice quesito:
    Secondo voi gli attuali libri e le attuali teorie applicate sarebbero stati i medesimi se si fosse continuato con la sperimentazione e con lo studio delle teorie di Tesla?
    Tralasciando l’esistenza di molte discussioni e documenti, che dimostrano la sperimentazione di alcune teorie di Tesla ritenute “poco convenienti” da divulgare apertamente al mondo (un esempio? cercate progetto H.A.A.R.P e datemi delle informazioni CERTE sull’operato di tale progetto).
    Secondo me è giusto pensare che di Tesla qui(a quanto pare) ma non solo, si sta facendo MOLTA confusione…
    Quello che aveva capito e “scoperto”(lui infatti non si definiva un inventore ma uno “scopritore”) và di granlunga al di là delle dinamo, dei motori a corrente alternata e ad ALCUNE fonti di energia pulita che oggi conosciamo, e che riteniamo le sole.
    Tesla non si limitava a parlare di “energia elettrica”, miei cari signori, ma di “Energia”!Fu questa la sua grande scoperta!

    Energia alla portata di tutti,presente in larga scala sul pianeta( ma non solo), a “costo zero” (in quanto prodotta dal pianeta stesso),facilmente attingibile in ogni parte del globo mediante una semplice antenna,potenzialmente infinita, e quindi LIBERA!

    Mi domando…a che prò affermare che le teorie di Tesla sono sbagliate, solo perchè si conoscono libri (scritti magari da allievi di allievi di quelle stesse persone che un tempo decisero di classificare tali scoperte “poco adatte ed attendibili”..siamo onesti, quanto si è parlato sui libri di storia dell’uomo che ci ha dato il 90% dell’attuale tecnologia in uso(di quella conosciuta almeno)?

    “Gli ho mostrato cosa il mondo sarebbe potuto essere..”Ti faremo sapere quando siamo pronti”…mi dissero.
    ..io sto ancora aspettando”
    Nicola Tesla

    • Simone C. scrive:

      Mi lascia perplesso ogni genere di complottismo. In particolare di quelli che pensano che TUTTA la comunità scientifica sia una specie di massoneria, un gruppo compatto di persone concordi nel rallentare la tecnologia ed il progresso in funzione dell’uno o dell’altro interesse(ma poi, scusate, chi sarebbero gli artefici della tecnologia odierna? I pasticcieri? I pastori? Va da sè che sono gli scienziati). Come se all’interno del mondo scientifico non vi fossero dissonanze o differenti punti di vista!
      Pensare poi che tutta la trattatistica scientifica sia di parte poichè figlia di coloro che a suo tempo boicottarono Tesla mi sembra francamente assurdo! Siamo a livello delle scie chimiche o dei cerchi nel grano!

    • analogueworld scrive:

      Al di là delle teorie di Tesla su un’energia libera e a disposizione di tutti, infinita (?) di cui non so praticamente nulla e quindi dovrei investigare, solitamente è compito di chi afferma l’esistenza di certe cose, come il fantomatico progetto HAARP di trovare e fornire prove della sua reale esistenza.

      • leo072 scrive:

        oltere 2000 antenne in alaska in un sito off limits militare energizzate da 20 gruppi elettrogeni da 3600 cavalli con lo scopo ufficiale di studiare la radio trsmissione in ionosfera e i fenomeni elettrici legati a fenomeni climatici in alta atmosfera, P.S poco prima lo tsunami di fukuscima e del terremoto in emilia romagna I generatori giravano alla massima potenza.

  8. Michele scrive:

    Mi pare che nel tuo articolo faccia un bel po’ di confusione, es. energia gratis = energia eolica,ecc. Tesla parlava di energia di cui e’ impregnato l’intero universo e le poche foto e schizzi ritrovati non mi pare che mostrano pale, motori, ed alro riconducibili alle attuali fonti rinnovabili di energie alternative. Se cosi fosse stato i suoi finanziatori avrebbero comunque lucrato dalla vendita della energia elettrica o anche dalla vendita dei dispositivi in grado di produrla; essi invece avevano ben intuito lo scopo di Tesla, energia davvero gratuita, e pertanto cessarono di finanziare le sue ricerche.
    Tesla parla di “veicoli” antigravitazionali sfruttando energia ben diversa da quella ottenibile con gli attuali dispositivi reali o immaginabili.
    Aggiungo per concludere che alla sua morte tutto quanto di scritto, schizzato, e altro materiale fu prelevato dagli USA e secretato, e lo e’ ancora; ti sei chiesto perche’?

  9. Massimo scrive:

    Da quello che ho capito,con le antenne H.A.A.R,saparano delle radio-frequenze nella cavita’ di schumann e ritornano indietro con una energia inaudita,tanto da modificare clima, e generare terremoti,di questo Tesla parlava:

  10. Michele Ranieri scrive:

    All’epoca di Tesla ci furono anche molti che lungi dall’avere capito un cavolo contestarono le sue idee (troppo avanzate) ed altri per motivi di interesse. Oggi ancora c’è qualcuno che non ha capito nulla ed esprime giudizi.
    Io non sono ne scienziato ne almeno ingegnere ma una cosa presuntuosamente credo di avere inteso. Tesla per energia libera non si riferiva affatto alla energia oggi definita pulita bensì ad una forma di energia esistente nell’etere (quindi non nel vento, ne nell’acqua, ne in altre forme note) se cosi non fosse non avrebbe potuto parlare di energia utilizzabile per astronavi dirette negli spazi extraterrestri (ben lungi quindi anche dall’avere ideato il moto perpetuo o di avere ideato un sistema di produzione di energia superiore a quanta fornita ad un eventuale apparato).
    La prova di ciò è che gli statunitensi alla sua morte si impossessarono di tutti i suoi scritti e progetti e si ipotizza abbiano realizzato almeno qualcuno dei suoi progetti tra cui, e qui è d’obbligo un bel punto interrogativo, dei cosidetti dischi volanti.

  11. Ranieri Michele scrive:

    Perchè è sparito il mio commento?
    Non lo vedo sebbene inviato regolarmente!
    Sarà un caso?!!!!

  12. Ingegnere scrive:

    Ma cosa state dicendo? Dite che l’etere non esiste e questo è vero ma perchè voi state parlando o dell’etere “solido” di Maxwell e Hertz, né quello gassoso di Lorentz lo si studia all’università negli esami di elettrotecnica di fisicaII etc, ma signori qui dimostrate la vostra ignoranza perchè si parla invece dell’etere di Tesla: consiste in “cariche immerse in un fluido isolante” che riempie ogni spazio. Quindi partendo da questa considerazione ed estendendola alla terra vista come un oggetto caricata che viaggia in uno spazio, si può pensare di accedere quindi a questa energia che altro non è un tipo diverso di energia scaturita dal passaggio di un corpo carico in un mezzo fluido-gassoso. Questa energia è gratis che è illimitata è universalmente lavoro potenziale, creato dal moto perpetuo della materia e dal cambio perpetuo di forze più forti e più deboli attraverso le quale viene mantenuto l’equilibrio dell’universo. Il buco è proprio questo non esiste moto perpetuo nell’universo come lo conosciamo noi, MA SUPPONENDO SI POSSA FARE SECONDO VOI COSA SUCCEDEREBBE ALL’EQUILIBRIO ECONOMICO-SOCIALE MONDIALE?

  13. Cortesemente, signori tutti: mi vorrei soffermare su un’argomento diverso: Nikola Tesla nella sua vita ha dedicato moltissimo tempo ai suoi piccioni, ha ammirato il loro volo, ha studiato come potevano sfruttare le correnti di aria calda e fredda e si è soffermato sempre di più su di loro, non su persone che non lo capivano.

    Oggi moltissime invenzioni scaturite dall’acume e dalle scoperte di tesla ci permettono di vivere in un mondo progredito ed avanzato.
    Certo che Tesla aveva considerato che l’equilibrio economico-sociale mondiale potrebbe provocare una catastrofe…come altresì si è reso conto ovviamente che l’energia inesauribile gratis potesse essere utilizzata per scopi bellici…
    L’energia inesauribile: sbaglio o ricordo male: i quattro elementi,
    Acqua, Terra(Pianeta),Aria,Fuoco(Sole) _— l’Energia della Vita si manifesta ogni istante sul nostro pianeta, grazie all’energia del Sole, sulla Terra, insieme all’aria e l’acqua nascono i fiori, le piante, tutto…Qualcuno di noi tutti potrebbe vivere senza Acqua ? Oppure senza Aria ? Oppure senza il Sole (ve lo immaginate un cosmo senza le Stelle ? Le Stelle, Tutte generano Energia e riscaldano Mondi a noi assai distanti e brillano nel Cielo, se ci fosse meno Inquinamento Luminoso potremmo apprezzare le Stelle… oppure senza il nostro pianeta Terra ? Mi rendo conto ora del motivo per il quale Tesla restava solo con i Piccioni… li amava, poichè non utilizzavano le sue scoperte per distruggere ed uccidere… come è successo per la nota formula E = m c2 di Einstein che si ci da energia…ma ci hanno fabbricato le armi di distruzione di massa… Se spostassero 100 GigaWatt con il sistema WET produrrebbero Catastrofi a distanza: Terremoti, Uragani, Maremoti… Quindi meglio rimanere a curare i Piccioni che sono molto più umani di noi “UMANI”.
    Chiedo scusa per il mio commento: allego un mio Sonetto…

    18/03/03

    Energia luminosa

    La Luce che attraversa l’Universo,
    lambisce Pianeti, riscalda Mondi.
    Lei è velocissima nel suo verso,
    trasporta la Vita in spazi profondi.

    Il “Corpo Beato” forse si è disperso,
    in mille Luci di Animi Giocondi.
    e nell’Immenso Universo s’è sparso:
    per ciò, gli uomini, ora… son fecondi.

    Energia che solca la Stratosfera,
    che fa Fiorire Mondi assai distanti.
    Tutto racchiuso in un’Immensa Sfera

    Dove ci sono miliardi di abitanti.
    Dove c’è il giorno che segue la sera.
    Dove c’è Grande Amore, Luce e Amanti.

    Aurelio Mazzaroppi

  14. Per favore spegnete le luci tutti insieme e guardate il cielo stellato per qualche istante…

    Grazie per avermi letto…

  15. ettore scrive:

    scusate io sono un normale citadino , ma perche non si può aplicare questa fonte di energia gratuita , dato che tanti studiosi conoscono il modo..? grazie sarebbe curioso sapere..

  16. alessandro scrive:

    Mi piace il sonetto.
    Mi piace osservare le nuvole e le stelle.
    Mi piacerebbe che l’energia fosse libera,e che non fosse usata contro l’uomo stesso.
    Un cordiale saluto a coloro che leggono
    Alessandro

  17. Simo scrive:

    ettore se cerchi delle risposte ti potrà essere di aiuto questo link:

    http://ufologiaealtrimisteri.myblog.it/

    l’articolo è quello del 24/08/2008 che trae spunto da diversi libri e diverse informazioni riguardanti quello che, secondo me, è uno dei più grandi geni nella storia dell’umanità: Nikola Tesla.

    in breve: a quel tempo, ma ancora adesso, il petrolio costituiva la maggiore fonte di guadagno per gli Usa (e diversi altri paesi nel mondo). L’idea di divulgare la scoperta di una energia libera, che sarebbe stata disponibile a chiunque fosse stato in possesso di un dispositivo elettrico come quello descritto nell’articolo, avrebbe sicuramente compromesso in primis gli equilibri economici del Paese facendo crollare una grande potenza come gli Stati Uniti.
    (“…l’energia elettrica può essere propagata attraverso la Terra ed anche attorno ad essa in una zona atmosferica chiamata cavità di Schumann…” “Le onde elettromagnetiche di frequenza estremamente bassa, attorno agli 8 hertz… viaggiano, praticamente senza perdite, verso ogni punto del pianeta…chiunque nel mondo avrebbe potuto attingere dal suo sistema.”)

    inoltre il progetto di Tesla implicava diverse applicazioni di tale sistema: una di queste sarebbe dovuta essere una potentissima arma di distruzione di massa.

    Tuttavia, come spesso succede ai giorni nostri, i conflitti di interessi hanno portato a celare alcune verità e ad oscurare alcune personalità “scomode” tanto che, improvvisamente, la vita del Signor Tesla si è trasformata in un incubo: furono bloccati e mai più concessi i finanziamenti per le ricerche e la popolarità di Nikola Tesla si esaurì fino alla sua morte. Tutti i documenti sullo studio dell’energia libera di Tesla furono sequestrati dal governo americano e da allora non se ne ha più alcuna traccia.

    E’ sorprendente come una scoperta di tale portata sia stata cancellata dal volere dei potenti e ancora adesso quasi nessuno rivendichi in modo significativo la restituzione di tali carte, dal valore inestimabile per tutto il genere umano.

    Spero di essere riuscito a schiarirti qualche idea!

    • Giorgio Giovanardi scrive:

      Ma suvvia! Crediamo ancora alle favole? Gli Stati Uniti d’America hanno avuto molti nemici, anche molto
      potenti; l’URSS, per esempio non avrebbe avuto la forza tecnico-scientifica per svilupare queste idee e,
      quindi, prevalere sui rivali? La verità è che tali idee erano e sono semplici baggianate!

  18. ANDREA scrive:

    ciao a tutti

    Come circa 100 anni fa vedo che molte persone continuano a non vedere più in la del loro naso.. e continuando ad accettare il mondo così com’è senza tentare di rivoluzionarlo come ha fatto il grande Tesla…ad esempio continuate ad acettare che i vostri polmoni filtrino ogni giorno veleni da noi prodotti con tecnologie obsolete, quindi tanto per cominciare date un po un’occhiata a questo sito.
    Chi ha distrutto Nikola Tesla? l’ottusità delle persone inquadrate da logiche ingessate che ancora non credono che l’energia è libera è illimitata basta solo estrarla in maniera armonica rispettando i cicli naturali

    ..e ora mi aspetto risposte da grandi baroni inquadrati da anni di studio, grandi colti prigionieri della loro culura e delle loro infinite nozioni ma.. che senza genio e senza creativià non possono portare a grandi rivoluzioni a favore di tutti..

    Andrea

    • Simone C. scrive:

      “e ora mi aspetto risposte da grandi baroni inquadrati da anni di studio, grandi colti prigionieri della loro culura e delle loro infinite nozioni ma.. che senza genio e senza creativià non possono portare a grandi rivoluzioni a favore di tutti.”

      Sarai buono tu!

      P.S. Gli anni di studio non inquadrano nessuno e Tesla (e con lui Einstein, Newton, Galilei, Maxwll, Planck, Fermi etc etc) è stato una di quelle persone che anni di studio ne ha fatti veramente tanti! Gli anni di studio (e di sudore aggiungerei) servono per capire cose assai complesse che non sono comprensibili in cinque minuti. Il cellulare che hai in tasca o la tua auto nel garage non sono state create dall’intuizione geniale di un calzolaio o di un tramviere ma guardacaso da quei “baroni” che disprezzi tanto! Lo studio serve per comprendere le cose…sentirsi dare dei baroni da chi, con ogni probabilità, non distingue la destra dalla sinistra è veramente desolante

  19. paolino scrive:

    Tesla è sicuramente stato un grande scienziato, ma non penso che i fisici che fanno ricerca nel 2010 siano da meno in quanto a conoscenza. Quello che mi risulta strano è che si ritenga che le grandi scoperte possano ancora avvenire nelle officine di qualche visionario come sicuramente successe allora. Comunque do il mio parere su un punto che ritengo importante.
    Considerare i ricercatori dei servi del sistema non rende onore alla nostra intelligenza. Chi, se non loro, potrebbe contribuire a fare filtrare negli ambienti di comando delle buone ricette per un mondo più giusto e sostenibile ? Quindi evitiamo di dividerci e di litigare come le nostre antenate scimmie e passiamo ad una modalità speculativa costruttiva, lasciando a chi è in grado di insegnarci il metodo l’onere di farlo. Perché Tesla non ci avrebbe lasciato nulla senza il metodo scientifico.

    paolino

  20. massimo scrive:

    Le ricerche scientifiche costano talvolta investimenti enormi, quindi chi lo fa, vuole un ritorno : soldi x fare (+) soldi !;di conseguenza tutta la ricerca e’ finalizzata x un tornaconto di qualcuno…, e questi qualcuno sono i proprietari di ”petrolio” ,banche,case farmaceutiche, eccc…
    chiaro, no ?

  21. MBMIBMB scrive:

    Tesla e l’energia infinita: INTERCETTATORE di Raggi cosmici

  22. Bruno scrive:

    Molte cose che diceva esistessero, non si conoscevano e così veniva creduto pazzo, come per esempio i raggi cosmici, scoperti decenni dopo la sua morte. E se fosse così anche per questa forma di energia che non conosciamo? Inoltre, come poteva funzionare l’automobile elettrica che aveva inventato, se questa energia non esiste?

  23. afo scrive:

    Altro che libera… te la fan pagare fior di quattrini :D. Per ora il sogno di Testa resta nel cassetto… fino all’arrivo del prossimo genio :)

  24. Jack scrive:

    Non ho parole… ho letto delle cose in questo pezzo, non sa neppure lontanamente di cosa sta parlando……
    vai a studiare!!!!! mi chiedo se non sei nel libro paga di qualche multinazionale inquina mari

  25. tuttocioèspaventoso scrive:

    E’ spaventoso quante persone possano credere a miti e leggende nel 2010, davvero spaventoso.
    Questo dovrebbe fare riflettere, altro che gli studi di Tesla.

    Persone pronte a rinnegare centinaia di anni di metodo scientifico perchè “a volte la scienza ha sbagliato”.
    Persone che credono che esista il moto perpetuo perche hanno visto un filmato su youtube di 4 pistoni che girano.
    Persone che pensano che i magneti siano fonti inesauribili di energia perche’ a la calamita con cui giocavano da bimbi non si scaricava mai.
    Persone che pensano che si possa trasportare energia da un capo all’altro del pianeta senza costi e dispersione.

    Ma come? con quale tecnologia? Ce lo fate un esempio? Ce l’avete un video che lo dimostri veramente?
    Sostenete davvero che nel 2010 nell’era di internet e della libera circolazione delle informazioni se ci fosse una scoperta simile non verrebbe fuori?
    Cosa ci vuole? basta chiudersi in un capannone, dimostrare ciò che si vuole dimostrare, chiamare 4 giornalisti e poi mandare il filmato a tutti i giornali, le tv e pubblicarlo su internet.
    Ah dimenticavo, tutti i giornalisti, tutte le tv, ma anche tutte le persone del mondo sono COMPLICI!!!

    Io vi consiglio veramente di leggervi i primi 2 capitoli di un libro qualsiasi di elettrotecnica.
    Non e’ roba da baroni, non verrà plagiato il vostro innocuo cervellino.
    E’ roba da istituto professionale per elettricisti, ce la potete fare, ve lo garantisco.

  26. Al Mahdi scrive:

    dopo il barone si è pronunciato anche il giullare

  27. Matteo Vitiello scrive:

    Ciao,

    leggetevi questo articolo sulle tecnologie ad energia libera, ve lo consiglio vivamente per capire di più sul tema dell’energia del futuro.

    http://wp.me/p19KhY-fK

    un saluto,
    Matteo

  28. Federico scrive:

    Tesla è morto, e qui siam buoni solo a parlare.
    In picchiata verso l’estinzione! evvai.

  29. undervale scrive:

    Purtroppo c’è ancora chi non vuol capire che la scienza ancora è in ritardo rispetto alle scoperte di Tesla.. che poteva spostare corrente senza fili e che ha creato a sua insaputa Haarp e i terremoti..
    Sarebbe bastata un antenna in giardino per avere la corrente?? non lo sapremo mai!!
    che ci sia un altro Tesla.. verrà fatto sparire.. nessuno mai potrà mai convincere un altro che ci sia l’energia libera.. perchè non è concesso a noi umani..
    e voi bruciate i vostri libri di studio.. e informatevi meglio ripartendo da zero però !
    Tesla ha già vinto !

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] cos’è l’energia? Qui un’interessante riflessione razionalista su Nikola Tesla e le sue […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: